Cos’è e come funziona il broker eToro per investire in criptovalute

La società eToro, che è leader tra i social network di investimento online, ha ulteriormente esteso da qualche tempo le attività ed i servizi di trading alle monete virtuali. Il broker etoro per criptovalute , infatti, permette attualmente di aprire posizioni su Bitcoin e su Ethereum, ma in futuro la società permetterà ai trader pure di esporsi su Ripple, Dash e Litecoin e su altre tra le principali monete virtuali decentralizzate. La eToro per investire su Bitcoin ed Ethereum propone il servizio CopyFund Criptovalute che ai fini dell’asset management effettua un bilanciamento tra le due criptovalute in base alla loro capitalizzazione di mercato.

E’ direttamente il team di eToro che con regolarità analizza il CopyFund Criptovalute procedendo poi, una volta al mese, al ribilanciamento automatico con il fine di permettere, in un mercato che è in forte espansione come quello delle criptovalute, l’ingresso di nuovi piccoli investitori privati. In alternativa al servizio CopyFund Criptovalute, che permette di investire in Bitcoin ed Ethereum guardando ed imparando dagli altri trader, gli investitori hanno la possibilità con eToro anche di aprire le posizioni separatamente, sulle due criptovalute, attraverso i contratti per differenza (CFD).

Con quello sulle Criptovalute, il numero dei CopyFund eToro sale attualmente a quota 21 con la possibilità di investire a partire da 5 mila dollari. CopyFund, come ogni altra operazione di trading, comporta dei rischi il che significa che il trader/investitore deve diligentemente allocare solo quel capitale che, nell’ottica di gestione del rischio, è disposto a perdere. Inoltre, le prestazioni finanziarie passate non possono essere mai indicative dei risultati futuri che si possono ottenere.

Il CopyFund Criptovalute, insieme agli altri 20 CopyFund tra cui attualmente è possibile scegliere, si presenta come un investimento di nuova generazione in quanto, come tra l’altro messo in risalto da Yoni Assia, che è il fondatore e amministratore delegato (Ceo) di eToro, è come avere migliaia di trader che sono al proprio servizio. L’obiettivo di un CopyFund eToro, in particolare, è quello di promuovere per gli investimenti delle opportunità di crescita a fronte della minimizzazione dei rischi con un’ottica di lungo termine.

Investire nel CopyFund Criptovalute di eToro è semplicissimo in quanto basta inserire l’importo e cliccare sul pulsante ‘Investi’. Dopodiché il proprio portafoglio sarà subito pronto e gestito in modo professionale da parte del comitato investimenti di eToro. Quello sulle Criptovalute, ed ogni altro CopyFund, viene infatti analizzato accuratamente e poi, come sopra accennato, viene riequilibrato in automatico al fine di massimizzare il potenziale di redditività a favore degli investitori.

Contrariamente a quanto avviene con le società di investimento tradizionali, investire in criptovalute con eToro non comporta l’applicazione di commissioni di gestione fermo restando che, all’interno del CopyFund, le transazioni finanziarie risultano essere soggette agli spread.

Con il CopyFund Criptovalute di eToro, fatto salvo il rischio massimo, rappresentato dalla perdita dell’intero capitale investito, l’obiettivo a lungo termine è quello di ottenere ogni anno ritorni finanziari in doppia cifra a fronte della mitigazione del rischio proprio grazie al mantenimento dell’asset per lungo tempo che  permette di superare gli effetti della volatilità di breve e di brevissimo periodo che di norma può essere anche molto elevata.

La eToro permette tra l’altro di interrompere in qualsiasi momento il proprio investimento alle quotazioni di mercato correnti, al fine di rientrare dai soldi investiti, ma il tutto fermo restando che l’ottica di allocazione del denaro in un prodotto come CopyFund Criptovalute, come sopra accennato, è sempre e comunque quella a medio ed a lungo termine.

Per investire con eToro occorre chiaramente effettuare l’iscrizione online al fine di connettersi con gli altri 6 milioni di investitori clienti che fanno parte del circuito di social network trading più grande al mondo. Dopodiché occorre effettuare il primo deposito potendo scegliere, in base al Paese di residenza, tra le tante modalità di versamento a partire dal bonifico bancario e passando per le carte di debito e di credito dei circuiti Visa, Mastercard e Diner’s Club, China Union Pay, Neteller, Paypal, Giropay, Webmoney, Skrill Limited UK, Yandex e Wirecard.

L’importo minimo del deposito, in base al Paese di residenza, può variare da 50 dollari e fino a 1.000 dollari. L’account che viene aperto su eToro, direttamente dal sito, deve essere poi verificato altrimenti attualmente il limite di deposito è di complessivi 2.250 dollari. Per verificare l’account basta fornire ad eToro i dati sul proprio documento di riconoscimento in corso di validità, il numero di telefono ed i dati dimostrativi attestanti la residenza, ad esempio quelli di una bolletta elettrica o l’estratto di un conto corrente bancario. Tutti i dati forniti, nel pieno rispetto della privacy, saranno confidenziali e finalizzati solo allo scopo di verificare l’account eToro, e di sbloccare di conseguenza le limitazioni sui depositi sopra citate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *